venerdì 26 ottobre 2012

Le "Batiaje" o paste 'd melia - Biscotti tipici del Piemonte -

I biscotti che vi presento sono tipici del Piemonte ma in particolare delle vallate cuneesi, soprattutto della zona del Monregalese (Mondovì), Pamparato, Vicoforte e Barge, dove vengono chiamate batiaje perchè un tempo erano offerti durante la festa del battesimo (Fè batiè in dialetto).


Di origine antica, si dice che siano nati per necessità a fronte di un cattivo raccolto che aveva fatto salire alle stelle il prezzo del frumento.
I fornai cominciarono così a mescolare il fior di farina (oggi definito farina OO) con il fumetto di mais, cioè con la farina ricavata dal mais macinata finissima, del tipo non utilizzabile per la polenta ma destinata a confezionare dolci.
La peculiarità della macinazione molto fine favorisce la realizzazione di un biscotto dal gusto particolarmente definito e di struttura molto friabile.



Si dice anche che, a fine pasto, Cavour terminasse con due paste di meliga e Barolo chinato, che produceva lui stesso nelle tenute di Grinzane.

E ancora, tra '700 e '800, le paste di meliga, abbinate alla cioccolata calda, figurano tra i dolci delle ricche colazioni nei caffé torinesi.

Ed ecco allora come poter realizzare questi sfiziosi biscotti della tradizione:



 Ingredienti:

- 200g di farina 00
- 175g di farina di mais farina di mais (meliga fumetto) BIO
- 200g di zucchero (meglio se zucchero a velo)
- 200g di burro
- 2 uova
- 1 pizzico di lievito vanigliato
- scorza di limone BIO
- 1 pizzico di sale

Procedimento:

 1) Montare il burro leggermente ammorbidito con lo zucchero, il pizzico di sale e le scorze del limone


2) Unire poco per volta le uova appena sbattutte


3) Incorporare gradualmente le farine precedentemente miscelate con il lievito e lavorare solo fino a quando non risulta un composto omogeneo la cui consistenza è morbida ma non troppo.


 4) Riempire una sacca da pasticcere con una punta a stella grande e creare delle ciambelline su una teglia ricoperta di carta da forno avendo cura di distanziarle leggermente tra di loro.





5) Cuocere a 180° per circa 15 minuti finchè non risulteranno colorite.


Questi deliziosi biscotti si sciolgono in bocca e sono superlativi intinti nello zabaione o nel vino rosso.

Con questa ricetta ho vinto il contest : Mani in Pasta - I Biscotti della Tradizione -













venerdì 19 ottobre 2012

Verrines " illusion de pomme grenade "

L'autunno inizia a farsi sentire e porta con sè tutte le sfumature e i profumi che lo caratterizzano.
I colori della natura si trasformano e si accendono di colori rosso intenso accompagnati dai toni dell’ arancio, dell’ocra e del giallo.

Seguendo le tonalità si arriva anche ad associare i colori del paesaggio autunnale, a quelli della frutta e degli ortaggi di stagione che racchiudono caratteristiche e proprietà che proteggono  il nostro corpo e ci aiutano a preservarlo dai segni del tempo.

Zucca, barbabietole, mandarini, cachi, melograno dovrebbero essere sempre presenti nella nostra dieta autunnale, infatti essi contribuiscono a mantenere un fisico tonico e asciutto e a donare elasticità, splendore e luminosità al viso.

Traendo ispirazione da un frutto brillante e vivace come il melograno e dalla barbabietola una verdura con un cromatismo molto intenso, ho creato questa ricetta speciale che dona gioia e intensità solo a guardarla per le sensazioni che evoca!


Una presentazione speciale in trasparenti verrines e l'accostamento del frutto ci danno per un istante l'illusione di trovarci di fronte ad un bicchiere di semi di melograno... per stupire i nostri ospiti giocando con i colori dell'autunno!

Ingredienti

200 gr riso ai 3 cereali BIO
1 barbabietola BIO
1 bicchiere di prosecco
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
Olio Evo q.b.
1 cipolla BIO
3 melograni BIO
Brodo Vegetale q.b.
Sale q.b.

Sbucciare le barbabietole e lessarle in acqua salata, inserirle poi nel passaverdure ottenendo così un composto molto colorato.

 
Soffriggere un battuto di cipolla, appena imbiondisce aggiungere il riso ai 3 cereali e tostare per alcuni minuti. Aggiungere  la crema centrifugata di barbabietola  e mescolare per bene, in questo modo il riso inizerà a colorarsi di un bel rosso vivo.





A fuoco vivo far sfumare col prosecco e portare a cottura il riso aggiungengo il brodo vegetale.



A cottura ultimata, aggiungere il parmigiano  mantecando delicatamente e lasciare riposare un paio di minuti.

Per la presentazione inserire il riso all'interno di bicchierini in vetro in modo tale che sia messo in risalto il colore della preparazione accompagnando sul vassoio di  portata con dei melograni.

Tale abbinamento darà l'illusione di trovarsi di fronte a dei bicchieri composti di tanti semi di melograno, invece sarà il palato a ritrovarsi meravigliato da un sapore nuovo che rievoca il gusto speciale della barbabietola che si sposa con una dolce e colorata vivacità al riso integrale.



Con questa colorata ricetta partecipo al contest "Colora il tuo autunno" del blog Nella Cucina di Ely per la categoria Passì Amo !

lunedì 15 ottobre 2012

Panetton - Muffin dal cuore dolce a sorpresa!

Il contest dedicato ai dolci natalizi impreziositi dall'utilizzo di ingredienti speciali e genuini Rigoni di Asiago mi ha fatto da subito pensare ad un dolce che possa essere sfizioso ma al tempo stesso possa essere un'idea veloce e dolce che possa rievocare nei profumi l'odore del panettone appena sfornato.

La ricetta del vero panettone risulta però essere un pò laboriosa e con tempi di preparazione che magari con i ritmi di vita frenetica risulta di difficile realizzazione!

Così per poter portare sulla tavola delle feste un dolce veloce, con il gusto della tradizione e con un cuore dolce ho pensato di realizzare i Panetton - Muffin dal cuore dolce a sorpresa!
 




Ingredienti:

200 gr di panettone
250 gr di farina BIO
80 gr di zucchero
½ bustina di lievito
1 pizzico di sale
1 uovo
200 ml di latte
75 ml di olio

Tagliare a pezzetti piccoli il panettone.

Mescolare in una ciotola il panettone con la farina, lo zucchero, il lievito ed il sale (gli ingredienti solidi) e in un'altra l’uovo sbattuto con il latte e l’olio (gli ingredienti liquidi).

Versare gli ingredienti liquidi nel composto solido e mescolare velocemente creando un impasto morbido. Attenzione a non lavorare troppo l’impasto, il composto deve risultare sempre un po’ “grumoso”, il che è essenziale per la buona riuscita di qualsiasi muffins.

Con il composto così ottenuto, riempire meno della metà degli appositi  pirottini di carta inseriti nello stampo da muffins.



Unire al centro a piacere un cucchiaino di Fiordifrutta, Nocciolata o Miele biologico (si possono realizzare anche in modo alternato così da ottenere diverse varianti di gusto).
Ricoprire poi con il resto dell'impasto, arrivando ai 2/3 dell'altezza degli stampi.


Cuocere in forno, già caldo, a 180° per circa 18 minuti,fino a quando risulteranno belli dorati.





Sfornarli e servirli al naturale perchè si denoti la rusticità del composto che vuole ricordare l'idea del panettone.

Con questa ricetta partecipo al contest: Un Natale dal Cuore dolce