mercoledì 21 settembre 2016

Consorzio del Peperone di Carmagnola - Azienda Agricola Famiglia Chicco

Continuiamo il viaggio alla scoperta dei Maestri del Gusto di Torino e Provincia giungendo a Carmagnola: una delle capitali  italiane del peperone, risorsa fondamentale per l'agricoltura e l'economia di questa zona ed alimento apprezzato per le sue caratteristiche di qualità e genuinità.


Il Peperone Corno di Bue di Carmagnola è stato adottato da Slow Food come uno dei Presidi della Provincia di Torino.

Il Consorzio del Peperone di Carmagnola si è costituito nel 1998 con un Disciplinare di produzione in cui vengono definite le caratteristiche degli ecotipi e le modalità che i produttori devono osservare per le tecniche di semina e le pratiche di coltivazione e trasformazione.


Il Consorzio riconosce quattro tipologie di "Peperone di Carmagnola":
  • Il Quadrato che assomiglia quasi ad un cubo con quattro punte. Ideale per le preparazioni da forno e ripieno. 
  • Il Corno di Bue detto anche lungo, con cono allungato ottimo per la peperonata e la conservazione. Grazie alla polpa compatta è molto apprezzato nell'industria conserviera.
  • Il Tumaticot tondeggiante e schiacciato ai poli come un pomodoro. Caratterizzato da polpa compatta e spessa è ideale per la preparazione di antipasti e per la conservazione in agrodolce.
  • Il Trottola a forma di cuore con punta leggermente estroflessa o troncata. Assicura alte rese in tutte le preparazioni culinarie con una ottima qualità.


L’azienda agricola Famiglia Chicco opera nel territorio di Carmagnola ormai da 60 anni, coltiva e commercializza tutte le tipologie di peperone riconosciute dal Consorzio.



Raccogliendo l’esperienza e la tradizione di famiglia da alcuni anni si è affermata come una delle realtà leader del territorio.

martedì 20 settembre 2016

Pancake Veg di canapa sativa con baby kiwi

Morbidissimi Pancake realizzati con una farina molto speciale che oltre a dare un sapore particolare li caratterizza nel colore, un abbinamento riuscito con i piccoli kiwi Nergi e che si lascia piacevolmente gustare con un filo di sciroppo d'agave.


La Farina di Semi di Canapa è la polpa finemente macinata, che rimane dopo che i Semi di Canapa vengono torchiati per estrarne l'Olio. Contiene dal 5 al 10% di olio, circa un 30% di proteine, fibre, minerali e tutti gli 8 amminoacidi essenziali, inclusi metionina e cisteina che normalmente sono scarsamente rappresentati in altre proteine di origine vegetale.


Il 65% delle proteine della canapa è rappresentato dalla edestina, una proteina che si digerisce facilmente, mentre sono completamente assenti la gliadina e la glutenina, ovvero il glutine.  Per questo motivo la farina di canapa è adatta alle persone affetta da celiachia e inoltre è utile per rinforzare il sistema immunitario, quello nervoso e il sistema ormonale.

mercoledì 14 settembre 2016

Parva Domus - Maestri del Gusto di Torino -

In vista dell'evento Internazionale Terra Madre Salone del Gusto 2016, la Camera di Commercio di Torino ha promosso l'iniziativa "Le mani dei Maestri".

Il progetto Maestri dei Gusto di Torino e provincia nasce nel 2002 per volere della Camera di commercio di Torino con l’obiettivo di selezionare e promuovere le eccellenze enogastronomiche Torinesi. Alla base del lavoro di identificazione e valutazione dei Maestri, tre distinti soggetti: la Camera di commercio di Torino, che segnala i produttori più rappresentativi del gusto torinese, Slow Food che valuta il gusto e la tipicità dei prodotti e il Laboratorio Chimico camerale, che si occupa di analisi e valutazione degli aspetti igienico-sanitari.

Andiamo quindi a scoprire uno dei Maestri del Gusto: Parva Domus, un'Azienda Agricola e Agriturismo molto speciale immersa nel verde delle colline di Cavagnolo (TO).

Parva Domus porta avanti un progetto ambizioso legato alle tradizioni, che ha spinto i titolari a cambiare radicalmente vita trasferendosi da Torino a Cavagnolo, lasciando le loro precedenti occupazioni, per dedicarsi interamente ad un percorso di vita che segue lo scandire della natura e delle stagioni.


Nei campi coltivano infatti frutta e verdura destinata all'agriturismo e alla preparazione di marmellate e conserve con particolare attenzione ad alcune varietà e nel loro laboratorio trasformano salumi, seguendo un metodo di lavoro manuale appreso da anziani artigiani della zona.


Gli insaccati vengono poi asciugati con la stufa a legna (da cui deriva un lieve profumo) e stagionati in una cantina, scavata nel tufo e ricca di muffe naturali.


La particolarità della loro Azienda Agricola è l'allevamento dei suini allo stato semibrado che li contraddistingue per il loro valore etico.


Ettari ed ettari di bosco dove è possibile ammirare i maiali trascorrere la loro vita liberamente, hanno libero accesso ad acqua e cibo assolutamente non OGM ma il più possibile naturale a base di frutti, erbe e radici selvatiche con un’attenta integrazione di cereali e crusca selezionati.

lunedì 12 settembre 2016

Nergi BonBon al tè verde matcha

Settembre è il mese che accompagna la ripresa della scuola e la ripresa lavorativa dopo la pausa estiva.



Che sia un nuovo inizio o semplicemente una ripresa del quotidiano abbiamo bisogno di avere lo sprint giusto per affrontarlo e quindi cosa c'è di meglio se non un dolce energico, multivitaminico e ricco di antiossidanti?


Tutto questo racchiuso in un BonBon morbido e cremoso dove il piccolo Baby Kiwi Nergi nascosto nel cuore regala dolcezza ma con un basso contenuto calorico, ottima fonte di fibre e ricco di vitamina C.



Questi dolcini sono facilissimi da realizzare e davvero veloci quindi ideali in ogni occasione!

A dare un'ulteriore sferzata di energia naturale ci pensa il Tè verde Giapponese #lovelymatcha che contiene ben 137 volte più antiossidanti del normale tè verde, riesce a risvegliare il nostro metabolismo favorendo la concentrazione...