mercoledì 6 aprile 2016

Soffice Pan Brioche

Una coccola soffice soffice che sa di buono e che grazie ad una lievitazione naturale cresce piano piano fino a far dolcemente capolino dal nostro stampo... è arrivato il momento di infornare!


Il Pan Brioche che ho realizzato è una delle preparazioni che il maestro Piergiorgio Giorilli ha avuto modo di insegnarmi durante il corso alla Cast Alimenti di Brescia.

Una ricetta che è davvero una garanzia e che non vedevo l'ora di riproporre ai miei cari per le colazioni magari spalmato con un pò di confettura ma anche per golose merende accompagnato da una crema al pistacchio di Bronte o alla nocciola Gentile del Piemonte o semplicemente assaporato così com'è.

Il profumo che si sprigiona durante la cottura è qualcosa di meraviglioso... una vera e propria tentazione a cui è impossibile resistere.

Il Pan Brioche però può essere assaporato anche in preparazioni salate... eccellente se accostato ad esempio al foie gras o ad un carpaccio di salmone.

Ho voluto personalizzare il mio Pan Brioche con l'aggiunta di frutta esotica a cubetti che dona quel tocco sensoriale sfizioso e la rende ancora più golosa ma ovviamente potete personalizzare questa ricetta a vostro piacimento aggiungendo la frutta che preferite.


Per preservarne la morbidezza una volta raffreddato ricordate di conservarlo in un sacchetto per alimenti in tal modo potrete godere della sofficità per diversi giorni.

Ingredienti Pan Brioche ricetta tratta dal maestro Piergiorgio Giorilli

(dosi per due stampi da plumcake o due tortiere alte da 18 cm)

500 g di farina Cerealia Wellness Tipo 2
175 di latte
100 g di uova  bio
50 g di zucchero
150 g di lievito madre ( oppure 40 g di lievito compresso )
12,5 g di sale
100 g di burro da panne riposate
150 g di frutta esotica a cubetti (papaya, mango e ananas) - Facoltativo -

Procedimento:

Nella planetaria far sciogliere il lievito madre nel latte, aggiungervi quindi la farina e poco alla volta le uova. A metà impasto aggiungere quindi lo zucchero sempre poco alla volta facendo attenzione che l'impasto riprenda ogni volta l'incordatura, aggiungere poi il sale e infine sempre poco alla volta il burro.

L'impasto finale dovrà essere liscio ed elastico. Occorre tenere presente che dobbiamo impastare per almeno una mezz'ora o comunque fino a quando si otterrò una corretta incordatura dell'impasto.

Se volete impreziosire il vostro Pan Brioche potete aggiungervi della frutta a vostro piacere, quindi manualmente aggiungere la frutta a cubetti avendo cura di non rovinare la maglia glutinica.

Far quindi puntare per 10/15 minuti su un piano, poi spezzare del peso adeguato agli stampi che si andranno ad utilizzare (nel nostro caso dividere in due e utilizzare gli stampi scelti)

Se come nel mio caso scegliete di realizzare un Pan Brioche in una tortiera dovrete dividere l'impasto in panetti di ugual peso che andranno pirlati e poi accostati uno vicino all'altro all'interno dello stampo prescelto precedentemente imburrato.

Se invece utilizzate uno stampo da plumcake dovrete formare un filone e poi posizionarlo nello stampo precedentemente imburrato.

Lasciare quindi lievitare fino al raggiungimento del bordo dello stampo, dorare con uovo sbattutto e latte e infornare a 170°C per circa 40 minuti con vapore.

Occorre tenere presente che il tempo di cottura e la doratura finale del Pan Brioche è determinato dal tipo di forno e dalle pezzature realizzate.

Soffice momento di golosità a tutti voi!

5 commenti:

  1. mmmm...sto facendo colazione e....come ne vorrei un pezzetto, qui, ora!
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  2. A colazione è perfetta! Una fettina tira l'altra... ci si perde nella morbidezza ;) Buona giornata cara Simo

    RispondiElimina
  3. Bella ricetta! Quali sono all'incirca i tempi di lievitazione? Mi piacerebbe impastare la sera e cuocere poi la mattina. Credi sia fattibile? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, questo Pan Brioche è squisito!
      Se utilizzi il lievito madre puoi tranquillamente impastare la sera, lasciare quindi lievitare (ideale in forno spento con luce accesa) e la mattina avrà fatto capolino dallo stampo e potrai cuocerlo.
      Se invece utilizzi il lievito compresso nel giro di qualche ora potrai infornare!
      Fammi sapere se ti è piaciuto! Sweet giornata!

      Elimina
  4. Grazie mille, ho appena rinfrescato la mia PM. Appena pronta impasto e domattina spero di infornare. Ti farò saper il risultato :)

    RispondiElimina