lunedì 4 maggio 2015

Spring Chiffon Cake con fragole e panna

Un dolce morbido e soffice come una nuvola e che vi sorprenderà è la Chiffon Cake, una torta che si presta ad essere farcita o ad essere gustata al naturale per un soffice momento di pura dolcezza.

La farcitura alle fragole e panna è golosa e piacevolissima e per la decorazione ho impreziosito la farcia con il succo delle fragole per donare un piacevole tocco di colore rosa, andando a decorare in superficie con qualche rosellina che fa subito primavera!


Lo stampo adatto per questa torta è in alluminio e ci permette di non imburrare, basterà capovolgerlo una volta cotta e attendere il raffreddamento per sformare la nostra torta.
Se usiamo uno stampo da 26 risulterà molto alta e si presterà a una doppia farcitura, si otterranno così 20 porzioni.


La farina Celtica del Molino Piantoni che ho utilizzato è ottima per realizzare un dolce sano ed equilibrato, infatti è realizzata con il cereale Shebar o Triticum monococcum attualmente coltivato nella Pianura Bresciana dove ha ritrovato le caratteristiche ambientali di provenienza della mezza luna fertile tra Anatolia e Iraq.
Il monococco Shebar è un tipo di frumento vestito, andato in disuso sul finire dell'età del Bronzo e che ha rappresentato per molto tempo la base della dieta delle popolazioni agricole insieme al farro dicocco e all'orzo.

Ottimo cereale per la nostra salute poichè presenta caratteristiche nutrizionali notevoli, valido alleato grazie al contenuto proteico superiore rispetto al grano tenero, all'alta percentuale di ferro, zinco e fosforo e alla bassa percentuale di glutine.

A pochi giorni dall'apertura dell'EXPO 2015 dove viene dato grande risalto alla sostenibilità,  è importante rilevare aziende come Molino Piantoni che pongono grande attenzione per l'ambiente visto il basso impatto ambientale della sua coltivazione.



Ingredienti tortiera 26 cm alta 10 cm (consigliato stampo a ciambella)

300 g di farina Celtica di grano tenero con monococco Shebar macinato a pietra
6 uova biologiche
200 g di zucchero
200 ml di acqua
100 ml di olio evo
1 bustina di lievito
8 g di cremor tartaro
sale un pizzico
i semi di una bacca di vaniglia
scorza di limone biologica grattuggiata

Unire in una grossa ciotola la farina, lo zucchero, il lievito e il sale setacciati facendo un buco al centro e poi unirvi olio, tuorli, acqua, la scorza del limone e i semi di vaniglia.
Nel frattempo montare a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro.
Riprendere gli ingredienti precedentemente miscelati e unire in tre tempi gli albumi al composto avendo cura di amalgamare dal basso verso l'alto.
Versare il composto così ottenuto nello stampo in alluminio avendo l'accortezza di non imburrare.
Cuocere in forno nel ripiano inferiore a 160° per 50 minuti e poi 175° per altri 10 minuti.
Terminata la cottura prendere lo stampo e capovolgerlo lasciando raffreddare completamente prima di sformare.

Ingredienti per la farcitura e decorazione:


800 g di mascarpone
500 g di panna fresca
60 g di zucchero al velo
500 g di fragole biologiche
limone biologico
zucchero semolato q.b.

Preparare la crema montando la panna fresca con lo zucchero al velo e aggiungedovi delicatamente il mascarpone. Tenere da parte metà per la farcitura e metà per la decorazione.
Prendere circa 200 g di fragole  precedentemente mondate e tagliarle a piccoli pezzi, raccoglierle in una casseruola insieme, tre cucchiai di zucchero semolato e il succo di mezzo limone e mettere sul fuoco facendo cuocere per circa 5 minuti.
Versare in un mixer da cucina e frullare, passare poi al setaccio e far raffreddare.
Tagliare a cubetti le fragole restanti e unirle alla metà di farcitura di panna e mascarpone, tagliare la Chiffon Cake in tre dischi e farcire con la crema ottenuta.
Aggiungere la riduzione di fragole ottenuta al restante metà composto di panna e mascarpone e amalgamare con cura. Decorare tutta la superficie della torta con effetto spatolato formando a piacere delle roselline con un sac à poche.
Tenere in frigo e far riposare fino al momento di servire.



Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con "Farina Celtica”

http://www.cucinasemplicemente.it/molino-piantoni-celtica-contest/

2 commenti:

  1. certo che questa torta meravigliosa si mangia già con gli occhi....(peccato per noi solo con quelli...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di provarla perchè è davvero squisita e poi è così soffice che è irresistibile! Comunque una fetta virtuale è per te ;)

      Elimina