mercoledì 11 febbraio 2015

"Favetti" veneti di Carnevale



Il Carnevale si fa largo nel mese di Febbraio regalando colore e divertimento e dolci fritti che sono irresistibili ...ebbene si, una volta ogni tanto sono ammesse anche queste tentazioni a patto che siano preparate con ingredienti genuini e di qualità!



Ogni regione ha le sue ricette segrete ed è interessante scoprirle e riproporle per condividerle in famiglia o con i nostri amici più cari.




I favetti veneti che prendono il loro nome dalla forma simile ad una fava sono davvero sfiziosi e uno tira l'altro... croccanti fuori e dentro più morbidi ci regalano dolci note vanigliate.




Se siete alla ricerca di un dolce fritto goloso, irresistibile e veloce da preparare allora non vi resta che mettere subito le mani in pasta!

Ingredienti:

400 g di farina 0 Bio Mulino Marino

80 g di zucchero semolato

30 g di burro Beppino Occelli

3 uova Bio

mezza bustina di lievito per dolci

2 cucchiai di grappa

scorza di un limone Bio

semi di vaniglia (estratti da una bacca)

zucchero al velo q.b.

olio evo per friggere



Versare la farina in una terrina e mettervi al centro il burro ammorbidito a pezzetti, lo zucchero, la scorza del limone, i semi di vaniglia, il lievito in polvere, le uova e la grappa.

Amalgamare gli ingredienti fino ad ottenere un panetto omogeneo e morbido e lasciar riposare per mezz'ora avvolto in pellicola trasparente.

Arrotolare l'impasto ottenendo dei salamini dai quali tagliare pezzetti grossi come una fava, quindi friggerli in olio caldo rigirandoli spesso, scolarli con una schiumarola quando vengono a galla e si dorano leggermente.

Passarli sulla carta assorbente per fritti e poi spolverizzare di zucchero al velo.



Trasferire quindi in vassoi da portata o alzatine in cristallo e servire con tanta allegria!

Nessun commento:

Posta un commento