mercoledì 16 gennaio 2013

Calamarata al forno ai finocchi e formaggi

La calamarata è un formato speciale di pasta che, per le sembianze, assomiglia a degli anelli di calamari.
Ho voluto preparare un piatto leggero che però mette in risalto le caratteristiche di questa deliziosa pasta e che ho preso spunto da una ricetta di Sale e Pepe di Gennaio.
 Un piatto molto utile per allontare gli eccessi delle feste poichè contiene i finocchi composti da una grande parte di acqua: sono cibi che riempiono subito, danno un senso di sazietà con poche calorie. Il finocchio inoltre è anche ricco di fibre insolubili dalle proprietà disintossicanti, che “catturano” le sostanze di scarto e le allontanano dal corpo.
Inoltre ho usato le barbette del finocchio che sono molto gustose come decorazione finale  e sono ricche di vitamina E, un antiossidante indi­spensabile perché combatte i radicali liberi.

Ingredienti:

320 g di pasta tipo calamarata
500 g di finocchi BIO
200 g di ricotta
100 g di parmigiano
200 g di emmentaler a fettine
100 g di panna fresca
100 g di passata di pomodoro
1 cipolla BIO
olio evo q.b.
sale e pepe

Lessare la pasta in acqua bollente e salata e scolare al dente.
Nel frattempo mondare i finocchi e tagliarli a tocchetti e farli saltare in una padella con un filo di olio evo e la cipolla. Quando diventano morbidi spegnere e  farli intiepidire.
Mescolarli alla ricotta e al parmigiano grattuggiato e regolare di sale e pepe.
Condire la calamarata con il sugo preparato e metterla in una pirofila, guarnire con l'emmentaler e infornate a 170 ° per circa 30 minuti. Sfornare, lasciar riposare qualche minuto e servire decorando con le barbette dei finocchi.

Nessun commento:

Posta un commento