lunedì 4 novembre 2013

Gelato allo Sbrinz con bacche di Goji in cialda Waffle alla barbabietola

Colori e nuove emozioni... alternanza di stagioni e di stili... ogni città ci regala qualcosa di diverso che appaga i nostri sensi.

Accompagnati da uno Street Food possiamo raggiungere momenti di spensieratezza e piacere unici.


Il più dolce degli Street Food è sicuramente il gelato... ecco allora un accostamento cromatico e di gusto davvero innovativo: un gelato allo Sbrinz e Goji servito in cialde waffles alla barbabietola.


Colore allo stato puro ... emozione e gusto uniti da un'anima Street che rende speciale i nostri momenti di spensieratezza per le vie della città ...  che diventano vie del gusto dove perdersi e rilassarsi con gli amici più cari.




La versione di waffle che ho abbinato al gelato è senza latticini,  veloce e  light poichè utilizzo l’olio invece del burro e al latte ho sostituito la barbabietola.

La dolcezza naturale della barbabietola inoltre dona gusto senza dover aggiungere troppo zucchero.
Ho impreziosito il gelato allo Sbrinz con le bacche di Goji, ricche di proprietà, che rappresentano da migliaia di anni una fonte di eterna giovinezza nella medicina tradizionale cinese.


Queste bacche infatti sono un concentrato di vitamine, sali minerali, aminoacidi essenziali, polifenoli e polisaccaridi unici in natura, fibre, carotenoidi ed elementi come ferro, zinco, manganese ed altre sostanze bioattive.


Il test ORAC (Oxigen Radical Absorbancy Capacity) le indica come l’alimento naturale a maggior contenuto di antiossidanti in assoluto. Questa presenza straordinaria per varietà e concentrazione di sostanze le rende un alimento salutare dai molteplici benefici per l’organismo. 

Per il gelato allo Sbrinz con bacche di Goji

500 g di latte fresco intero
50 g di panna fresca
2 tuorli d'uovo fresco
100 g di zucchero semolato
50 g di Sbrinz grattugiato
20 g di Bacche di Goij

Versare in una casseruola il latte e la panna e portare ad ebollizione.
A parte, in una "bastardella" di acciaio, versare i tuorli con lo zucchero e miscelare con la frusta.
Versare il latte e la panna nella bastardella con i tuorli e lo zucchero, miscelare e riversare il tutto nella casseruola, pastorizzare fino a raggiungere gli 85° mescolando continuamente con un mestolo di legno.


Togliare la casseruola dal fuoco e aggiungere il formaggio Sbrinz grattuggiato.




Lasciare raffreddare e poi riposare in frigorifero almeno per 6 ore.
Versare nella gelatiera insieme alle bacche di Goij e mantecare.


Si otterrà un gelato gustoso e cremoso dai riflessi rosati rilasciati dalle bacche di Goij e da un elevato potere antiossidante naturale.

Waffle medi alla barbabietola (circa 4 waffle)


90 gr di purea di barbabietole
70 gr di farina 00
1 uovo
10 gr di zucchero
1 pizzico di lievito
7 gr di olio Extra Vergine di Oliva Carli

Frullare le barbabietole cotte, in modo da ricavarne una purea senza grumi, se l’avete usare la centrifuga.
Mescolare la purea con la farina l’uovo e aggiungere tutti gli altri ingredienti. Sbattere bene con una frusta per amalgamare il tutto senza formare grumi.


Cuocere l’impasto nella macchina per waffle.


Appena sono pronti arrotolarli nei coni per cannoli per far acquisire al Waffle la caratteristica forma. Lasciare in forma fino a raffreddamento.

Composizione:



Servire le palline di gelato allo Sbrinz all'interno dei coni Waffles alla barbabietola negli incarti realizzati con la carta paglia per uno Street Food piacevole ed indimenticabile.



Uno Street Food che sa stupire e ammaliare ovunque lo vorrete assaporare...




Impossibile resistere ad una tentazione così golosa!



Partecipo con questo dolce Street Food al contest di Peperoni e Patate 



e al contest dei Fratelli Carli:


4 commenti:

  1. ma tutto ciò è geniale!
    hai creato un capolavoro! Chapeau

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Simo! Questa sfida ha davvero messo in moto la mia fantasia alla ricerca di uno Street Food rinnovato e originale ... e poi come ben sai adoro i formaggi e quindi riesco ad immaginarli in qualsiasi contesto anche sotto forma di gelato... e devo dire che è da provare assolutamente!

      Elimina
  2. Per me hai già vinto, ti giuro, sei geniale!!!
    Adoro questo stile culinario, ed anche io amo i formaggi, il gelato al gorgonzola lo hai mai provato???
    Io lo adoro!!!
    Da oggi ti seguo con piacere, sei un mito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000 Shamira!!!
      Innanzitutto per me è un grande onore leggerti sul mio blog poichè devi sapere che io per prima sono una tua grande fans!
      Probabilmente ci accomuna la passione per le sperimentazioni e le ricette originali e particolari... a tal punto che un mese fa ho acquistato il tuo splendido libro!
      E' davvero unico, apprendo tecniche nuove e magie che mai mi sarei aspettata.. e cerco di renderle mie rielaborandole in ricette innovative!
      Sono felice che da oggi sarai mia follower, onoratissima davvero!

      Elimina