lunedì 11 febbraio 2013

Chiacchiere al Marsala

Adoro il Carnevale perchè con la sua allegria e i suoi colori ci regala momenti di spensieratezza e gioia.
 
 Il Carnevale è una festa tipica dei paesi di tradizione cristiana, che in molti luoghi prevede festeggiamenti pubblici, parate, sfilate e dove elementi principale sono il gioco, la fantasia, la maschera.
La celebrazione carnevalesca ha origini in festività più antiche, greche e romane, espressione del bisogno del popolo di divertimento, scherzo e dissolutezza. In epoca cristiana il Carnevale segna l'ultimo momento di festa prima del lungo periodo di digiuno, penitenza e raccoglimento della Quaresima, che ha inizio il mercoledì delle ceneri (giorno dopo il martedì grasso).


I dolci che ho preparato e di cui vi illustro la ricetta sono le Chiacchiere chiamate con nomi diversi a seconda delle regioni di provenienza: chiacchiere e lattughe in Lombardia, cenci e donzelle in Toscana, frappe e sfrappole in Emilia, cròstoli in Trentino, galani e gale in Veneto, bugie in Piemonte, così come rosoni, lasagne, pampuglie, ecc..

Adoro le fragranti bollicine che si formano sulla crosticina delle Chiacchiere e questa ricetta ne regala davvero tante, per cui ve la consiglio!

Ingredienti:
500 g di farina 00
2 uova BIO
1 cucchiaio di zucchero
mezzo bicchiere di marsala
50 g di burro
mezza bacca di vaniglia
un pizzico di sale
abbondante zucchero a velo per la copertura
olio evo per la frittura

Procedimento
In una ciotola o su un ampio ripiano, amalgamare ed impastare molto bene la farina bianca con le uova , un cucchiaio di zucchero, i semi di vaniglia, mezzo bicchiere di marsala e il burro  ammorbidito a temperatura ambiente.
Impastare fino ad ottenere un composto liscio e ben amalgamato. Mettere l'impasto in frigorifero per un ora avvolto nella carta velina.
Prendere la macchina per sfogliare l'impasto e procedere creando delle sfoglie molto sottili, il segreto della loro croccantezza è dovuto proprio dal loro spessore.

Man mano che la pasta è pronta, stendeterla su un ripiano leggermente infarinato o un tappetino di silicone, e con una rotellina con il bordo a zig-zag ripassate i contorni, incide la pasta dividendola in più parti, e incidere anche l’interno di ogni chiacchiera creando dei tagli a piacere.

Dopo aver steso tutta la pasta, le chiacchiere saranno pronte per la frittura.
Importante utilizzare una padella abbastanza grande e con un bordo alto, versare l'olio evo in quantità sufficiente e portare alla temperatura di 180°.

Importante: l'olio deve raggiungere la temperatura di 180°

Immergere le chiacchiere in diversi step, avendo cura di girarle due o tre volte fino a doratura e poi trasferirle su un vassoio ricoperto di carta assorbente.

Meravigliose Bollicine

Attendere che l'olio venga assorbito e poi procedere spolverando con lo zucchero al velo.


Queste chiacchiere faranno la gioia di grandi e piccini... una tira l'altra :)



Nessun commento:

Posta un commento