venerdì 21 dicembre 2012

La MAGIA del PANDORO - Step by Step -

Sono orgogliosa di illustrare le fasi che hanno caratterizzato la preparazione del Pandoro... sperando di portare ovunque voi siate un pò di magia, quella magia speciale che sa di buono e di Vaniglia e che pervade la vostra casa quando decidete di immergervi in questa preparazione così lunga ma che ci regala una soddisfazione unica!!!
Devo essere sincera non pensavo si potesse raggiungere un tale risultato e invece mi sono dovuta ricredere perchè il Pandoro fatto in casa non ha niente da invidiare a quello comprato... anzi è ancora più speciale.. si scioglie in bocca e sa di genuino, quel sentimento genuino e di purezza che ciascuno di noi ritrova nella propria casa insieme ai propri affetti e con le persone che ama.
Devo ringraziare Aria che con la sua magnifica ricetta del Pandoro alla Zucca mi ha incuriosito a tal punto che non ho resistito alla tentazione di testare la sua ricetta personalizzandola e preparare così il mio PRIMO MAGICO PANDORO!
Vi illustro ogni fase di tale lavorazione con scatti che parlano da soli e ci raccontano questa Magia!
Ovviamente fatemi sapere cosa ne pensate e se vi ho trascinato in questa magia.. raccontatemi la vostra esperienza...

...sono sicura che sarà un'emozione autentica!

INGREDIENTI -  per uno stampo da 1 kg -
250 g di farina di forza
250 g di farina Manitoba
180 g di zucchero semolato
140 gr di burro
4 uova freschissime
 5 gr di lievito madre secco
50 gr acqua
1 cucchiaino di sale
1 stecca di vaniglia

                                                               PROCEDIMENTO

1° passaggio ore 9.00

Sciogliere 3 grammi di lievito secco nell'acqua tiepida, con 2 cucchiaini di zucchero, lasciare schiumare per 5 minuti e poi aggiungete a questo composto a 50 gr di farina nell'impastatrice.
Impastate, il composto rimmarra' abbastanza liquido.

Coprire e lasciar lievitare in un luogo caldo per un ora .
Io l'ho messo in forno spento ma preriscaldato a 40°.


2 passaggio ore 10.00

Trascorsa l'ora aggiungere all'impasto altri 2gr di lievito madre secco, 250 gr di farina, 50 gr di zucchero, 2 uova e una noce di burro ammorbidito.

Lavorare bene l'impasto e poi rimetterlo in forno spento per un'altra ora. (40 °)


3 passaggio ore 11.00

Riprendere l'impasto e unite ad esso  200 gr di farina,il rimanente zucchero, il sale,la vaniglia e le altre due uova.

Impastare a lungo, se necessario, unire altra farina fino ad avere un impasto morbido, ma non appiccicoso.
Io ho aggiunto altra farina ad occhio, senza pesarla, ma indicativamente fino a raggiungere il risultato di un impasto che potevo prendere in mano senza che si attaccasse.
Questo impasto va messo a lievitare per almeno 4 ore in una ciotola unta di burro.
Eccolo dopo le ore di lievitazione:
l'impasto ha triplicato le sue dimensioni e ha assunto una bellissima colorazione

4 passaggio ore 15.00

Prendere il burro che avrete tirato fuori dal frigo un'ora precedente e tagliato a piccoli tocchetti.
Mettere un filo di farina su un piano di marmo poi stendere l'impasto con un mattarello
e mettervi al centro il rettangolo di burro che avrete steso tra due fogli di carta velina con l'aiuto di un mattarello.
Richiudere la pasta sia dai lati orizzontali sia dai lati verticali, formando un pacchetto.
Stenderlo bene e fare le pieghe a 3 come per una normale sfogliatura.
Mettere il panetto in frigo avvolto da carta da forno, attendere venti minuti e ripetere la sfogliatura 5 volte, rispettando sempre i tempi di riposo.
Diciamo che alle 18.00/18.30 avrete terminato tutte le pieghe e non si dovrà vedere più traccia di burro nel vostro impasto profumatissimo.

Ore 18.30

Ora ungete lo stampo per pandoro per bene, e spolverizzate di zucchero semolato tutto lo stampo.
Posizionare l'impasto dopo averlo impastato leggermente e formato una specie di palla con le pieghe rivolte verso l'alto.
Spennellare la superficie di latte.
Posizionare in forno e lasciare lievitare in forno leggermente preriscaldato. (40 °)
Ho lasciato una ciotola con dell'acqua calda nel forno per dare umidità e permettere al pandoro di poterla assorbire e per garantire una maggior durata del prodotto finito.
Attendere fino a che l'impasto non straborderà dallo stampo (in base alla temperatuta potrebbero volerci dalle 4 alle 6 ore)
e poi passare alla cottura :
forno statico 170° per i primi 10 minuti, poi coprendo la base con carta argentata altri 30 minuti a 160°.


Ed ecco la MAGIA....
Fare la prova con lo stecchino (ci vogliono quelli lunghi), attendere qualche minuto
 e togliere dallo stampo!
Spolverizzare con zucchero a velo e la magia sarà completata :)
Il  colore, il gusto vanigliato e la morbidezza vi conquisteranno ne sono sicura
 
Auguro a tutti voi Buone Feste e tanta felicità che troverete nelle cose semplici e ricordate che qualsiasi posto insieme a chi vi vuole bene è sempre casa!

9 commenti:

  1. Bellissimo! Complimenti...auguri anche a te

    RispondiElimina
  2. spettacolare!!! bravissima, si vede che ti è venuto una meraviglia, so quanto è buono, grazie, buon Natale di cuore!

    RispondiElimina
  3. Grazie! Buonissimo, soffice e speciale... il Pandoro preparato in casa dà soddisfazioni uniche! Da provare sicuramente ve lo consiglio :)
    Auguri Dolcissimi a tutti voi!

    RispondiElimina
  4. il tuo pandoro è bellissimo ♡♡ e le tue unghie pureeeeeeeeeeeee ^^

    RispondiElimina
  5. Ciao Annalisa! Benvenuta e grazie di cuore,adoro tutto ciò che è creatività e che mi dà modo di esprimermi e rappresentare la mia fantasia, anche la nail art è una mia grande passione :)

    RispondiElimina
  6. ti è venuto benissimo complimenti io ho sempre avuto paura di cimentarmi

    RispondiElimina
  7. Realizzare un pandoro è una sfida meravigliosa che ti può regalare sensazioni uniche!
    Vale la pena provarci, se segui con attenzione tutti i passaggi della ricetta sono sicura che riuscirai anche tu ad ottenere il tuo Magico Pandoro!
    Fammi sapere ;)

    RispondiElimina
  8. sono tornata a vederlo :) mi ha fatto molto piacere tu ne sia rimasta soddisfatta, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara Aria, questa ricetta mi ha aperto davvero la porta verso la sperimentazione di dolci natalizi che non pensavo si potessero realizzare in casa ed invece mi sono dovuta ricredere perchè sono davvero buoni e ci regalano emozioni grandissime! Un bacio :)

      Elimina